ll dott. Vincenzo DE SIENA si laurea con lode ed abilita in Dietistica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università “G. D’Annunzio” di Chieti – Pescara.

Di seguito alcune info in dettaglio in merito

Iscritto al n° 15 dell’Albo dei dietisti, presso l’Ordine TSRM PSTRP di Lecce, Master in Disturbi del Comportamento Alimentare in Età Evolutiva, conseguito presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia di Firenze
Master in Alimentazione e Nutrizione Umana, conseguito presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Siena
Perfezionamento in Nutrizione Pediatrica dalla nascita all’adolescenza, conseguito presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Firenze
Perfezionamento in Sistemi di Gestione della Qualità in Ambito Sanitario, conseguito presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Siena
Idoneità per Auditor- Lead Auditor-Ispettore Sistemi di gestione Qualità, conseguita presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Siena (secondo i requisiti della normativa ISO 19011:2003, della Direttiva 2 luglio 2002 del Dipartimento della Funzione Pubblica sull’attività di ispezione e lo schema di qualificazione KHC per corsi Auditor/Lead Auditor di SGQ nella P.A. sotto accreditamento SINCERT).
Affiliazioni scientifiche
Socio ordinario ANSISA (Associazione Nazionale Specialisti in Scienza dell’Alimentazione) e ADI (Associazione italiana di Dietetica e Nutrizione)
Esperto nell’alimentazione del paziente celiaco, è stato consulente regionale, per la Dietologia e la Formazione, di AIC Puglia (Associazione Italiana Celiachia) presso il Centro di Riferimento provinciale per la Celiachia del presidio ospedaliero “SS. Annunziata” di Taranto.
Autore di uno studio nutrizionale, osservazionale prospettico-longitudinale (della durata di 4 anni), su Dieta senza glutine, peso e composizione corporea, condotto su una popolazione di 185 pazienti celiaci afferiti al Centro di Riferimento predetto.
Docenze universitarie
È stato docente in:
– Aspetti dietetico-nutrizionali nella celiachia, al master in Nutrizione Clinica e Dietetica, istituito presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Siena
-Riabilitazione nutrizionale nei DCA, presso la Scuola di specializzazione, post-universitaria, in Psicoterapia Cognitivo-comportamentale dell’Istituto Santa Chiara di Lecce.
È stato correlatore di diverse tesi di laurea sperimentali in Scienza dell’Alimentazione presso la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e naturali (Corso di Laurea specialistica in Biologia Agro-Alimentare e della Nutrizione) dell’Università del Salento.
È’ stato componente della commissione di Laurea e correlatore della tesi sperimentale, in Medicina di Comunità, Malattia celiaca e disagio sociale
(Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Bari).
Relatore in innumerevoli convegni e congressi, è direttore Scientifico e docente nei corsi di aggiornamento professionale ECM (Educazione Continua in Medicina).
È docente di Nutrizione Clinica presso la Scuola di Osteopatia di Bucarest
Nell’ambito professionale è cultore, in particolare, di specifiche aree, quali:
• Aspetti dietetico-nutrizionali nella celiachia
• Nutrizione in oncologia
• Nutrizione pediatrica
• Riabilitazione nutrizionale nei disturbi del comportamento alimentare
• Trattamento dietetico nell’obesità e nelle complicanze correlate
(dislipidemie, steatosi epatica, ecc.)
• Idropinoterapia
CONSULENZA DIETETICO-NUTRIZIONALE
PRIMA VISITA
• Colloquio volto alla raccolta delle informazioni sulle abitudini alimentari, di vita e sulla eventuale storia clinica dell’utente/paziente)
• Rilevamento dati antropometrici (peso, altezza, circonferenze)
• Esecuzione esame bioimpedenziometrico (per la stima della composizione corporea e del metabolismo basale e totale)
• Esecuzione esame dinamometrico (per la valutazione della forza muscolare)
• Dopo una settimana, rilascio di schema alimentare personalizzato
SUCCESSIVE VISITE
• Controlli variazioni di peso e della composizione corporea
• Colloquio volto a verificare il grado di compliance (accettazione) dell’utente/paziente
• Variazioni degli schemi alimentari in base agli esiti sopra indicati